PDF Stampa E-mail

saxlog

 

un film d'amore, musica e conflitti


L'idea di questo film nasce osservando l’eterna ed inevitabile avventura che l'umanità percorre fra l'amore e il conflitto. In questo continuo oscillare tra ciò che vorremmo amare ed essere con la sofferenza che si genera nello sforzo della conquista e la tristezza della sconfitta quando accade.


La storia del film è un sovrapporsi di conflitti fra due musicisti, che potrebbero diventare amore se trasformati nel giusto modo, l'amore per la musica ma il conflitto fra i modi diversi di interpretarla, l'amore per la libertà, oltre le differenze e i pregiudizi culturali, e la difficoltà di ottenerla in un mondo che non vuole, il volo dell'anima e la responsabilità della terra. L’amore della trasgressione con le sue conseguenze.


Vedremo come l'amore può diventare conflitto e come da esso si possa ritornare in amore,l'alternanza di situazioni e circostanze che si evolvono allontanandosi sempre più dal soggettivo per diventare un linguaggio universale di cui tutti ne proviamo la risonanza.


I protagonisti diventano due personalità che nella loro esperienza di amore e conflitto proporranno i loro modi per poter vivere e trasformare ciò che a loro sta accadendo: usando la visione della loro anima, che crescendo all'interno del rapporto costruiranno insieme.


Sarà un'occasione per verificare le loro credenze e le loro opinioni ad ampio raggio e cercare in nome del loro amore che sta nascendo, il necessario linguaggio ed il compromesso per trasformare il conflitto iniziale in ciò che poi sarà il nutrimento e la crescita per entrambi e per le persone coinvolte in questo gioco relazionale che irrompe nelle loro vite.


Simili alle scatole cinesi le situazioni si compenetreranno e si svilupperanno sullo scenario forte in cui vivono, in cui il conflitto di base, giornaliero e reale aggraverà ulteriormente le difficoltà che nasceranno dall'incontro dei due protagonisti.


La natura diventerà poi una parte integrante ed importante del racconto, essa acquisterà le proporzioni di un personaggio vivo e forte che collaborerà con il suo linguaggio antico, autentico e a volte estremo,che come una madre divina farà crescere le esperienze dei partecipanti dialogando direttamente con loro.


La musica e l’amore per essa sarà poi il filo conduttore che accompagnerà l’evolversi della storia e che farà suonare le emozioni delle anime che si incontrano,si toccano e che sperimenteranno con essa uno spazio di libertà, trasgressione e di espansione in emozioni sconosciute.